Mal di terra

Incredibile ma vero. Ho il mal di terra e con me anche Laura!

Non ci avrei mai creduto, ma il mal di terra esiste davvero.

E’ quella sensazione che si prova quando rimetti i piedi a terra dopo aver fatto molte ore o giorni di navigazione.

Non ci sono più punti fissi, ondeggio come sulla barca, il fisico si deve riadattare.

Anche il letto sembra beccheggiare ancora!

77 pensieri su “Mal di terra

  1. c’è per caso un rimedio a questa brutta sensazione chiamata mal di terra?ho fatto per la prima volta in vita mia 4 giorni in nave..quasi consecutivi e questo è il 4 giorno dopo essere scesa dalla nave che ne soffro ancora.
    AIUTO!

  2. Mah, io non sono un dottore per cui non saprei cosa dirti.
    A me il secondo giorno era quasi del tutto passato ed il terzo definitivamente!
    Auguri comunque!

  3. sono un ragazzo di 17 anni e anche io dopo aver fatto una crociera di 7 giorni ho gli stessi sintomi tipici del mal di terra o mal de débarquement ora è passato un mese e ancora avverto questa sensazione di oscillamento.Non so più che cosa devo fare!!!!

  4. io sono un giovane velista…anche a me le prime volte che uscivo al rientro soffrivo di mal di terra…di notte mi sembrava di dormire su una grande tavola di legno che galleggiava in mezzo all’oceano…tipo un naufrago insomma…ora non ne soffro più spesso…tranne quando c’è tanta onda o tanto vento…e ora quando ne soffro sono contento perchè significa che mi sono diverito!!!!un saluto a tutti!!!

  5. menomale ho trovato una risposta ai miei perchè dopo 10 giorni di navigazione non riesco più a stare sulla terraferma……. improvvisamente ho sbandamenti e perdite di equilibrio ho chiesto anche ad altri amici che erano con me in crociera e loro non hanno avuto la stessa sensazione…….. sono contenta di non essere passata per pazza 🙂

  6. anch’io ne sto soffrendo dopo una settimana di crociera, ma è solo il secondo giorno a terra… e quindi ho speranza che entro un mesetto mi passi…..!

  7. Ma a me succede anche quando scendo da un aereo!!! Anche se il volo è durato solo 3/4 ore…. per alcuni giorni mi sento come se la terra sotto si muovesse tanto che l’ultima volta sono andata per farmi controllare i cristalli dall’otorino!

  8. dopo tre giorni dal rientro dalla meravigliosa crociera di 7 giorni sul nilo
    sono andata dal mio medico sono disperata non riesco a capire cosa mi sta succedendo la diagnosi e’ immediata MAL DI TERRA spero che mi passi
    velocemente non avete rimedi da consigliarmi?

  9. allora benvenuto nel club,se cosi si può dire. è da un pò che ne soffro anch’io,ma non mollo la presa,sono convinto che presto tutto questo schido passerà e presto tornerà di nuovo il sole. anche per te,per loro e per me,per noi…
    ascolta matia bazar brivido caldo 😉

  10. Purtroppo succede anche a me, la prima volta che mi è successo mi sono spaventata!! Vedevo tutto ondeggiare, mi sentivo rintronata, mi dava fastidio pure la luce!! chi era con me diceva che oscillavo come se fossi ubriaca! ma io ero ferma!! a me dura 10/15 giorni accompagnato da nausea e forti mal di testa. La mia dottoressa mi aveva prescritto il Microser, medicina usata per chi soffre di una rara malattia che causa senso di vertigini e giramenti di testa (morbo di qualcuno di cui non ricordo il nome) E’ un farmaco forte quindi ci vuole la ricetta e a me ne aveva prescritta una e solo una pastiglia quando rientravo dal mare.

  11. appena rientrato da una crociera di 8 giorni in spagna…è come essere sempre ubriaco..pensavo di essere l’unico a soffrire di questa strana sensazione…magra consolazione però…

  12. cari amici il5 otobre 2008 ho avuto una forte vertigine , con nausea e malessere, sono passati 14 mesi e ho assunto diversi farmaci prescritti ovviamente da diversi medici..ma questi sintomi del mal di terra non se ne vogliono andare.Tutto si ripete quando sto con i piedi a terra.

  13. Lo so è una brutta sensazione… Va elaborata prima di atterrare. Nel caso si sta tanto male ho trovato solo due soluzioni: ritornare in barca per un’ uscita notturna oppure scolare un paio di gin & tonic. 🙂
    P.s ricordiamoci sempre che quando usciamo non siamo in barca bensì in mare!

  14. Sono 15 giorni che sono tornata dalla sardegna, ho fatto 10 ore di traghetto, una giornata intera in barca e altre 8 ore di traghetto per il rientro, i primi sintomi si sono manifestati dopo il viaggio di andata, ma è stata solo una vertigine sporadica, poi dopo la giornata trascorsa in barca le vertigini sono diventate costanti, sto malissimo soprattutto ad occhi chiusi.. mi è stato detto che ho il mal di terra, ma quanto ancora dovrò stare così male? ho speranze di miglioramenti o questi sintomi mi resteranno per anni? vi prego aiutatemi!!!

  15. Ho fatto la traversata Oslo – Copenhagen. Dura 16 ore delle quali per 6 ore abbiamo avuto mare molto mosso. Durante il viaggio avevo molto giramenti di testa ma non avevo nausea. Da questa mattina, da quando sono scesa a terra, non riesco a stare in piedi. Tutto intorno a me continua ad ondeggiare, non riesco a stare in luoghi ristretti come al bagno, stare a letto è difficilissimo. Come farò per laa prossima settimana di vacanza?

  16. anch’io sono appena tornata da una crociera sulle isole greche, appena rientrata, il pomeriggio stesso ho cominciato ad avere i primi sintomi: mi sembra di essere ubriaca. Ma quanti giorni puo’ durare? Spero mi passi presto e di certo in nave non ci andro ‘ mai piu’!

  17. Sono sbarcata il 9 agosto dopo 8 giorni di navigazione e, nonostante stia assumentdo Vertiserc, la sensazione di essere in mare non è ancora passata.
    Credo si tratti di mal di terra perchè le altre ipotesi cliniche sono state escluse. Il problema è che il “mal de debarquement” non è conosciuto dai medici che si ostinano a considerti stressato, facilmente suggestionabile: “Signora prenda la vita con più calma… Dovrebbe rilassarsi”
    Ai pazienti è richiesta davvero taaaaaaaaanta pazienza!

  18. Sono malauguratamente stato in crociera dal 15 al 22 agosto…da li’ e’ iniziato il mio incubo…dopo un violento mal di mare la prima sera, il giorno dopo apparentemente stavo meglio..peccato che dopo 3 giorni durante le escursioni accusavo perdita di equilibrio e sensazione di essere in movimento…panico totale!!! ora sono passate 2 settimane dalla fine della crociera ma miglioramenti 0…ho preso inutilmente vertiserc e giovedi’ ho un appuntamento dall’ottorino ma comincio a essere seriamente preoccupato…ho letto non c’e’ cura per questa sindrome e a volte dura mesi o anni 🙁

  19. Sono due giorni rientrata dalla mia prima spettacolare crociera e sto vivendo questa sensazione di dondolio, oddio non ce la faccio più……

  20. A me invece queste sensazioni non sono più passate, ed ora sono quasi 3 mesi che dondolo e ruoto continuamente, nonostante abbia assunto svariati antivertiginosi e fatto tutti gli esami necessari del caso (tutti negativi) sia neurologici che otorino. volevo chiedere a chi gli è passato e soprattutto ad alessandra, se ha assunto farmaci e che cosa, o se invece è tutto scomparso spontaneamente.
    A me la cosa sembra peggiorare molto se faccio dei lunghi viaggi in macchina.

  21. Ti è passato tutto con il vertiserc o è stata una cosa spontanea?Ti sono spariti dalla mattina alla sera o è stata una cosa che è andata via piano piano? Io sono 3 mesi che sto vivendo questa sensazione, che sembra non passare più….. oddio che stresssssssssssss!!!

  22. sono stato da un ottimo otoneurologo che mi ha diagnosticato il mal di debarquement…purtroppo il vertiserc non fa nulla…in generale non ci sono farmaci che possano agire direttamente su questa malattia…a me e’ stato prescritto del magnesio e un po’ di ansiolitico…purtroppo io sono al 32 giorno e i sintomi non se ne sono ancora andati, ogni tanto sembra che va meglio ogni tanto ripeggiora…agli altri sembra non abbia nulla ma io mi sento impacciato nei movimenti specie la sera in luoghi affollati pieni di gente (cosa mai successa prima la crociera), e mi viene un senso di confusione alla testa, oltre a ansia e depressione

    1. Salve , sono giuseppe dopo una gita a Venezia con mia moglie durata 4 giorni a prendere vaporetto , aliscafo ecc… Ho iniziato ad avvertire instabilità e vedere tutto intorno come se si muovesse ….. Menomale che dopo 6 giorni di terra ferma tutto e passato …

  23. Anch’io soffro di questa patologia, mi si è scatenata dopo 3 giorni di navigazione, ed ora ne sono trascorsi quasi 90 e ancora mi sento ruotare e dondolare, soprattuto la notte, ho difficoltà ad addormentarmi perchè mi sento come se gli occhi mi ruotassero…. di giorno ho tantissima nausea, ho fatto tutti gli accertamenti del caso,ovviamente tutti negativi, ma fin’ora nessuno mi ha diagnosticato il mal de debarquament, nessun medico sembra conoscerlo qui in Italia purtroppo, conoscono il mal di terra, ma dicono che deve durare pochi giorni e non di più, dopo ti dicono che sei ansiosa, depressa, stressata, ti riempiono di ansiolitici e e nulla di più. L’otoneurologo che ti ha diagnosticato il mal di debarquament di dove è? Anche voi vi sentite ruotare gli occhi quando state nel letto e quando vi concentrate su un punto fisso? Io non ho problemi a stare in luoghi affollati, ma ho molta difficoltà di concentrazione.

  24. mi sono reso conto che molte persone hanno questo problema…mi sono permesso di aprire un gruppo su facebook Mal de Debarquement – ITALIA dove scambiarsi informazioni su questa sconosciuta sindrome

  25. Dunque…
    io ho preso Vertiserc per 3 settimane.
    Sono andata dall’otorino (era già successo che per alcune ore non avessi sensazioni) che mi ha detto di smettere con le pastiglie, mi ha fatto fare dei movimenti (anche bruschi tipo passare da seduta sul lettino a sdraiata molto velocemente, rotazioni della testa…), mi ha prescritto un integratore: alasod600 (contro i radicali liberi!?!).
    nei giorni successivi ho continuato a passare qualche ora senza la sensazione di “beccheggio”, poi c’è stato un giorno intero senza nessuna sensazione!
    è passato tutto gradualmente. grazie alle manipolazioni? all’integratore? al caso?
    non saprei ma adesso sto bene.

  26. Anch’io soffro di questo disturbo, ma io non ho nemmeno fatto una crociera ma solamente un weekend lungo a Venezia per la biennale…il vaporetto che ervamo costretti a prendere per spostarci, mi ha fatto venire il mal de debarquement…che orrenda sensazione!! ma cosa si deve fare???

  27. purtroppo pare che non ci sia una soluzione….:(( io ce l’ho da 4 mesi e ancora non mi è passato, sembrerebbe che la risoluzione del problema debba avvenire spontaneamente, qualsiasi trattamento provato finora si è rivelato per me inefficace. Da quanto tempo ce l’hai?

  28. ciao a tutti… io ho messo il cerotto auricolare transcop…funziona alla grande… l’ho tenuto tutto il giorno ed ha funzionato…sono tornata come nuova… provatelo!!

  29. anche io sono a 3 mesi di mal de debarquement…sono andato da 3 medici, ho preso svariati farmaci ma nulla…sempre uguale….sono veramente sconsolato

  30. Io proporrei che tutti coloro che hanno sofferto di questa sindrome ci facciano sapere cosa gliel’ha fatta passare io ne sto soffrendo da mesi, provato svariati farmaci ma fin’ora nessun miglioramento…. sono forse più sfigata di voi??? :-((((

  31. ilaria….non sei piu’ sfigata di noi, da quello che so sono stati fatti degli studi su sta sindrome, nel 50% dei casi si risolve entro un mese, purtroppo nei casi in cui non si risolve entro un mese diventa estremamente persistente e allora si comincia a parlare di remissioni dopo molti mesi o addirittura anni, anche io ci sono dentro e dopo 3 mesi non ho visto il minimo migliormento, e’ terribile perche’ passano i giorni e non si vedono progressi e questo sconsola molto

  32. Rieccoci ancora qui, cercando in internet se il mal di terra capita anche dopo tante ore di volo..ed infatti a quanto pare è così. Sono rientrata domenica da NewYork e mi sento totalmente rintronata, vedo tutto in movimento, mi fa male la testa ho scarsa concentrazione e mi da fastidio la luce. la cosa strana però è che all’andata non mi è capitato! Mah.. comunque spero finisca presto perchè mi sento peggio di uno zombie!! Qualche consiglio o rimedio naturale?

  33. Ciao Ele, purtroppo non esistono rimedi per questa sindrome da mal di terra, nè farmacologici e tantomeno naturali, altrimenti non ci sarebbero persone che ne stanno soffrendo da mesi e addirittura da anni…. Io per esempio sono circa 6 mesi che ho questi sintomi e con il passare del tempo, nonostante abbia provato diversi farmaci non ho visto miglioramento alcuno! Ma da quanto ho letto mi pare di capire che i sintomi ti durano 10/15 giorni e non di più, quindi ritieniti già MOLTO FORTUNATA per questo!!!! Anzi, facci sapere cosa fai te per fartelo durare così poco!!! Ciao! 😉

  34. Ciao a tutti,mi ritrovo anche io nei sintomi appena descritti… l’unica differenza e che tutto è cominciato casualmente,non avevo peso nè barca nè aereo…sono 2 mesi,ho provato di tutto,vertisex per vertigini,muscoril per cervicale,dobetim ,levrosec …visita otorino,tac cevicale,visita oculistica,3 visite dal neurologo,visita dal neuro chirurgo…non ne posso più…AIUTO!

  35. Quando ti son venute avevi per caso fatto qualche viaggio lungo in treno o in auto? perchè ho letto che in rari casi il mal de debarquament può essere scatenato anche da un lungo viaggio in treno o in auto. Molto probabilmente le tue vertigini non sono dovute a questa sindrome! Potrebbe trattarsi anche di ansia visto che fin’ora non hai trovato una causa organica e le medicine non ti hanno funzionato.

  36. Dunque stessa situazione anche io, viaggio in crocera sul nilo e ora a distanza di 5 gg senso di vertigini.
    Io istintivamente sto facendo così:
    – esercizi 3 volte a giorno per 10 minuti fissando un punto difronte e alzando prima gamba sx poi gamba dx
    – gli esercizi sono continuativi quindi 5 min con una gamba alzata e viceversa
    – io li ho suddivisi cosi mattina appena sveglio pomeriggio dopo pranzo e sera prima di andare a letto rigorosamente a piedi scalzi
    PROVATELO A ME PIANO PIANO STA’ FUNZIONANDO!!
    SPERO DI AVERVI TROVATO LA SOLUZIONE CIAO

  37. si sta fancendo confusione tra il mal di terra e il mal de debarquement, il mal di terra e quella sensazione di instabilita’ dopo una crociera che puo’ durare anche qualche settimana ma che non e’ nulla di preoccupante. va via da solo e appunto in poco tempo e senza medicinali.sono convinto questo e’ il caso di One ma fidati, il tuo mal di terra andrebbe via anche senza quegli esercizi. purtroppo in casi molto rari ci si imbatte nel mal de debarquement come e’ capitato a me e anna e alla li’ si che sono cavoli. e’ una malattia che dura parecchi mesi, anni e che a volte non si risolve affatto. e’ conosciuta nel mondo anglosassone dove la stanno studiando, qua in italia per fare un piacere ai grossi armatori si preferisce non parlarne, i medici non la conoscono e danno cure sbagliate. e’ una malattia che puo’ avere sintomi che variano da persona a persona ma possono essere estremamente debilitanti tanto da non potere piu’ lavorare o avere una vita sociale. in america per i casi accertati addirittura si ha diritto all’assegno di invalidita’…

  38. Io risolvo con provata e fidata osteopata. La sensazione sgradevole sembra sia dovuta ad un riassestamento di alcune ossa craniche che la mia amica osteopata con le sue mani riesce a riportare alla normalità.
    In bocca al lupo a tutti.

  39. A me è passato tutto dopo quasi 7 mesi!!!! ora sto bene!!!! vorrei dire a tutti coloro che soffrono di questo problema di non prendere farmaci, sono completamente inutili, io da quando ho smesso tutti i medicinali sono lentamente guarita!!!! la guarigione avviene spontaneamente.

  40. Sono sempre Alessandra. Mi sono recata tre giorni fa dall’osteopata, Annabella Raggi, Milano e sbloccandomi occipite e sfenoide, la situazione è di parecchio migliorata.
    Poco confusa ancora e è passata solo una settimana da viaggio aereo durato 11 ore.

  41. dopo una gita di un giorno intero su un battello la sensazione di essere su una barca non è più andata via. oramai sono tre anni. ho perso le speranze. i dottori dicono che sia stress, chiedevo se potesse essere il mal du debarquement ma non ne conoscono l’esistenza. il medico mi ha dato lo xanax ma nulla è cambiato. maledico il giorno in cui son salita su quella barca. avverto la sensazione di ondeggiare, specie quando la sera chiudo gli occhi nel letto, è fastidioso, non ti permette di vivere una vita normale.

  42. ciao a tutti
    vorrei qualche informazione su questa sindrome chiamata mal di terra
    dovrei a breve partire per una crociera per lavoro della durata di 10 giorni
    mi è già capitato in passato di soffrire di questa sindrome per parecchio tempo dopo solo un giorno in barca o dopo viaggi in aereo
    qualcuno può rassicurarmi sulla possibilità che ci sia una cura o rinuncio al viaggio???

  43. mamma mia ILA che dramma, anche io dopo un volo anni fa ho iniziato a soffrire di questa cosa, ora mi tocca un viaggio in crociera di 10 giorni e sono terrorizzata….

  44. il problema è che questa sensazione mi sta buttando proprio giù e ciò mi spaventa non poco. io sono di milano, se qualcuno sa di qualche medico che si occupa di questo disturbo me lo scriva per favore..non so piu cosa fare. ho anche pensato di provare degli antidepressivi e vedere che succede..

  45. ci credo
    se vedi nel commento sopra al tuo del 19 giugno alessandra che nn sono io parla di una fisioterapista di milano annabella raggi che io ieri ho provato a chiamare, in effetti pare sapere di che cosa parliamo.
    in internet trovi il suo sito.

  46. riporto quello che ho trovato scritto nel gruppo facebook: mal de debarquement italia

    Il Mal de debarquement letteralmente significa “mal dello sbarco”.Questo termine sta ad indicare un illusione di movimento dopo un viaggio trascorso in nave o in barca. Alcuni esperti hanno incluso altri tipi di viaggi come possibili scatenanti di questa malattia, come un viaggio in treno o in aereo.L’esposizione ad un movimento sconosciuto, e la successiva cessazione di tale movimento comporta l’inizio del mal de debarquement. Un viaggio in mare è la prima causa scatenante di questa sindrome. Per poche persone, questa sensazione di movimento può continuare per un periodo variabile di tempo: settimane, mesi, addirittura anni. Alcuni dottori riconoscono la presenza di questa sindrome attraverso il riconoscimento di alcuni sintomi. Tuttavia non tutti i dottori confermano la reale esistenza di questa sindrome.
    Il problema non è all’interno dell’orecchio (punto fondamentale per il rilevamento dei suoni e bilanciamento dell’equilibrio) ma è più probabile che avvenga in qualche zona del cervello.Il cervello, si adatta al movimento della nave o del mezzo di trasporto in uso. Ma, una volta che il movimento è finito, il cervello è incapace di riadattarsi nuovamente. Una teoria certa è quella che, un’ esperienza in barca, espone la persona a movimenti di salita e discesa simultanei, con una lunga inclinazione da sinistra verso destra , seguendo però un cammino rettilineo. Durante questo periodo di tempo, il cervello deve trasmettere alcuni segnali che partono dalla gamba, ai muscoli del corpo, così che essi si possano contrappore a questo variabile movimento ritmico. Adattarsi a questo movimento ritmico significa adattarsi alle condizioni del viaggio. Adattarsi ad un movimento così insolito, può portare il cervello a seguire abitualmente questo nuovo schema, ma anche riportarsi immediatamente al passato quando i segnali del movimento finiscono, questo previene lo sviluppo di problemi generici alle proprie gambe.Un’ altra teoria è quella che il mal di debarquement è considerato come “emicrania variabile”, affligge persone, molto più donne di media età, piuttosto che uomini, le quali riportano di soffrire di emicrania. Altri sintomi tipici sono la sensazione di movimento in avanti e indietro,oscillazioni, vibrazioni,dondolio, sensazioni di fluttuare, galleggiare o cadere. Può essere accompagnato da squilibrio, ansia, difficoltà di concentrazione, smarrimento. Vi è un’accentuazione di sintomi se l’individuo si trova in spazi chiusi, immobilizzando la persona e rendendo snervante la permanenza in tali ambienti. La situazione sembra migliorare temporaneamente se i soggetti affrontano un viaggio in auto. In alcuni casi sono stati riportati effetti come, vomito, vertigini, sensazione di freddo, sudorazione, dolore all’orecchio, sensibilità ai suoni, perdita o distorsione dell’ udito, visione doppia, o visione distorta. Solitamente la sindrome ha inizio qualche ora dopo l’interruzione del movimento di oscillazione, e si risolve circa in un periodo che va dai 6- 12 mesi. Ci sono alcuni casi in cui la sindrome non si è risolta nemmeno con il passare degli anni. I medici diagnosticano il mal de debarquement attraverso una raccolta di informazioni, la storia del paziente, e agendo sulle cause che possano scatenare la sindrome. Perché possa essere fatta una diagnosi di mal de debarquement, deve esserci nella storia del paziente un’ esperienza di viaggio in mare, un ritorno al suo ambiente quotidiano, e di conseguenza l’inizio dei sintomi. I sintomi devono iniziare immediatamente, non dopo settimane o mesi. In questo periodo, è importante che avvenga un intervento di approccio a questa sindrome. Iniziando l’assunzione di farmaci per far fronte alla sensazione di nausea (includendo meclizine, diphenhydrinate, e scopolamine patches) , anche se sembrano essere inefficaci. Altri trattamenti consigliati dai dottori includono camminare e osservare l’orizzonte, una terapia che aiuti a recuperare, medicinali anti-panico, antidepressivi, e benzodiazepines. Tuttavia, quando gli antidepressivi e il benzodiazepines viene interrotto, i sintomi possono riapparire, e in alcuni casi possono essere più forti che all’ inizio del trattamento. Questo fenomeno è riferito solo ad alcuni casi. Altri accorgimenti definiti utili al miglioramento della situazione sono:
    Ridurre lo stress e favorire un completo sonno notturno.
    Una terapia di riabilitazione ( VRT) :
    http://vestibular.org/vestibular-disorders/treatment/vestibular-rehab.php
    ed esercizi da effettuare a casa che possono essere utili a chi soffre di questa sindrome:
    http://vestibular.org/vestibular-disorders/treatment/home-based-exercise.php
    Quando si guida, in momenti di fermata, muovere la testa, e rimanere immobili per alcun minuti, osservando in avanti, prima di uscire dal veicolo.
    Alla fine di un’attività che ha richiesto movimento costante, concedersi dei minuti camminando, guardando in avanti, e focalizzando l’orizzonte.
    Solo se i sintomi migliorano dopo un’intensa attività che ha richiesto movimento, durante le attività sedentarie, simulare un oscillazione della sedia.

  47. ILA
    un ragazzo del gruppo di facebook di cui ti parlavo con cui mi sono messa in contatto mi ha segnalato il prof. dario alpini del don gnocchi che parrebbe un esperto
    non ho numeri ma magari lo trovi

  48. Sono tornata da 4 giorni dalla crociera sul mar Nero di 13 giorni. Il mal di terra ancora non se ne va. I bambini sembrano non soffrirne per fortuna. Quando scendevo a terra per le escursioni, avvertivo dopo un po’ l’esigenza di tornare sulla nave e lì stavo bene. Quando ero bambina fino ad adolescente sono sempre andata in barca con i miei a ponza per 20 giorni e il mal di terra passava nell’arco di una giornata. Anche da sposata sono stata in barca a vela una settimana con amici e ho sempre avuto un po’ di fastidio, ma si è sempre risolto in un tempo brevissimo. Ora non capisco perché dura da 4 giorni!! Sarà la vecchiaia? A 40 anni già c’è il declino?!? Spero che mi passi presto, perché faccio davvero fatica anche a fare la spesa, piuttosto che a svolgere le faccende domestiche. Una cosa è sicura: vado subito in agenzia ad annullare la crociera dell’anno prossimo!!!! Non ci si può ridurre così per “riposarsi”!!!!! Auguri a tutti di una pronta guarigione!!!!

  49. Non so se essere sollevata o preoccupata dalle esperienze che sto leggendo quà.. Lo scorso week-end sono stata per la prima volta in barca a vela 3 giorni/2 notti con 10 amici ed è stata un’esperienza fantastica. Sono stata benissimo e mi sono molto divertita! Abbiamo avuto mare e vento forti, ma non ho sofferto, nè avuto paura, anzi mi piaceva molto stare sulle “montagne russe”! Appena scesa la domenica sera ho inizato a sentire capogiri e sbandamenti, rigidità al collo e cerchio alla testa, difficoltà di concentrazione.. insomma come ubriaca! Oggi, al quarto giorno a terra in queste condizioni sono andata dal medico che mi ha prescritto Vertisec per una settimana, a seguire mi toccherà (eventualmente) una visita dall’otorino… Il fatto che la cosa sia piuttosto comune mi solleva, ma pensare di stare così per mesi o anni, come sento riferire, mi preoccupa parecchio! Incrocio le dita! Ma in barca ci voglio tornare! Chissà che nn passi così!

  50. ciao . pensate possa essere solo una cosa psicologica? – come mi hanno detto i dottori- ho notato che i sintomi aumentano in situazioni di maggiore stress. non so più cosa fare.in questo periodo poi è peggiorato parecchio. grazie. ps. sto bene quando sono in macchina o vado in biciclett

  51. Sono tornata ieri da una crociera sul Mediterraneo e dal pomeriggio di ieri i sintomi che ho appena letto,sono quelli che provo anch’io.
    Il problema è che non mi riesco ad alzare dal letto…vertigini,nausea e vomito mi costringono a stare sdraiata….spero davvero che duri poco…

  52. Il primo settembre sono scesa dalla nave dopo sette giorni di crociera, ebbene non vivo più dopo 40 giorni circa ondeggio tanto mentre sto ferma o quando vado a letto. Che dire sono preoccupata tantissimo domani comincio tutti gli accertamenti. Sto bene solo quando vado in palestra o in macchina. Ma sarà qualcosa di grave?

    1. Ciao quale antidepressivo ?io ne soffro da 32 giorni e non ne posso più avevo avuto dei miglioramenti ma adesso di nuovo …. ORL mi aveva detto che se non fosse passato di prendere la sertralina grazie

  53. …..Si sta’ malissimo
    non date retta ai medici, che danno del depresso a tutti, assumete VESTIBOLO SOPPRESSORI (alprazolam o clonazepam), e VI ASSICURO CHE PASSA TUTTO

  54. Hanno appena fatto vedere una puntata su Real time..io ne ho sofferto per circa 2 settimane dopo una crociera di due settimane..soffrivo già di ansia e prendevo già alprazolan..non è una cosa psicologica assolutamente, prescrivono i farmaci per ansia perche questo stato di malessere la fa aumentare, sembrerebbe anticipazione da attacco di panico (vertigini, senso di ubriachezza) ma non lo è..se un medico vi dice che è una cosa psicologica cambiate medico. A me è passato spontaneamente. non ci sono cure per il momento

  55. Io anche a lavoro ho difficoltà . Sono anni ormai che ne soffro e ho perso ogni speranza. Con entact mi era passato. Ora son punto e a capo.

    1. Ciao Ila, ti è passato ora. Quando eri stata meglio con entact ti era passato del tutto? Grazie per una risposta. Io ne soffro da 8 mesi anche se i sintomi sono un po’ regrediti.

  56. Anche io capogiri come se fossi un po’ ubriaco, dopo 8gg in crociera… leggo con piacere che passerà pian piano. Ciao

  57. Salve a tutti, io sono tornata questa mattina a casa dopo una crociera di 6 giorni in cui abbiamo anche avuto mare mosso a tratti. È da quando sono scesa che mi sembra di essere ubriaca: vertigini, sensazione di cadere e di essere ancora su una barca con il mare molto mosso. Io ogni tanto ho già avuto vertigini ma così mai !! Sento che a qualcuno dura anche anni, ma come fate a fare le cose? Io non riesco nemmeno a stare in piedi a lungo e pare che più passi il tempo e più peggiorano i sintomi. Devo dire che ho una certa paura ora che ho letto i vostri messaggi! Non c’è proprio niente da fare? Grazie

  58. Ciao. Sono quasi due mesi che ho i sintomi del cosiddetto mal di terra. Mi sono comparsi dopo essere tornato dal mare. La cosa strana è che ho fatto un breve volo di un ora e, durante la vacanza, sono stato in barca per circa 3/4 ore, con mare assolutamente calmo. Per questo motivo non sono sicuro che si tratti proprio di mal di terra. Sono stato dal medico che mi ha mandato dall’ottorino (che mi ha fatto fare gli esami audiometrici ed i test clinici vestibolari ed ha escluso che si tratti di labirintite) dall’oculista (avevo cambiato gli occhiali e temevo che l’ottico avesse sbagliato gradazione). Nessuno sa dirmi cos’ho. Ho fatto anche l’ecoldoppler (tutto perfetto) e il medico mi dice di non trascurare il problema della masticazione (in effetti ho una mandibola che scrocchia un po’). Penso quindi di andare dal dentista o prima dall’osteopata (potrebbe trattarsi di cervicale). L’oculista pensa che possa essere dovuto ad un’intossicazione oppure effettivamente trattarsi di mal di terra).
    Che stress!!!

    1. io ne soffro da esattamente 5 mesi ho fatto 15 visite specialistiche e numerosi esami tra cui lo gnatologo che osserva la masticazione ma anche quella di esito negativo. ad ora non so ancora quale sia la patologia ma leggendo i vostri commenti capisco che è capitato a tante persone. qualcuno a cui è passata dopo qualche mese può rispondere…grazie

      1. Andrea, siamo sulla stessa “barca”. Io è dall’11di luglio che continuo a barcollare. Al lavoro è un problema perché sto tutto il giorno davanti al computer e faccio molta fatica. Non ho ancora capito se il mio è mal di terra. L’osteopata dice che è stress. Può essere. Ho preso del lexotan (in piccole dosi) per un paio di mesi. Ma il lexotan non cura la “malattia” e comunque la situazione non migliorava più di tanto. Ho preso altri farmaci come muscoril o acuvalvert, degli integratori di vitaamine.Ho provato a ridurre caffeè e alcolici , a bere tisane. Non è cambiato molto. Se è davvero stress dovrei cambiare stile di vita e rallentare i ritmi ma con tre figli dai 3 agli 11 anni è impossibile. Il dentista mi consiglia di mettere il byte, una specie di apparecchio in vetroresina da tenere di notte, volendo anche di giorno, che dovrebbe favorire il rilassamento della mandibola. Purtroppo le cause di questo malessere possono essere moltissime ed è difficile capire quale sia quella giusta. Dopo aver escluso che si tratti di labirintite, di problemi di vista, di cervicale o addirittura di tumore al cervello (per scrupolo ho fatto anche la risonanza magnetica) ed aver constatato che nessun farmaco mi ha dato sollievo, proverò a usare il byte sperando che almeno questo funzioni.. Altrimenti mi rassegnerò ad aspettare e sperare che col tempo passi da solo.

        1. Ciao a tutti io sono tornata il 15 gennaio da una crociera nel mediterraneo è ancora tutto traballa . Ho fatto una visita da ORL che mi ha dato degli esercizi da fare e se non passa prendere un antidepressivo che sembrerebbe utile per questo problema … a qualcuno di voi è stata consigliata la stessa terapia? Funziona?

          1. Ciao a tutti,
            io sono tornata da una crociera il 5 gennaio 2017, il 6 gennaio ho cominciato a soffrire di mal di terra ed ancora oggi sono soggetta a dondolio. Non mi sono stati prescritti farmaci, ma sto facendo degli approfondimenti con un otorino specializzato in vestibologia supportato da un team di osteopati e chiropratici.
            La prima seduta dall’osteopata sarà il 15.02… vi dirò come va.
            Qualcuno ha risolto in questo modo?
            Aurora che tipo di esercizi ti hanno dato?

  59. Ciao ragazzi è successo anche a me, ho iniziato a lavorare come hostess di volo e il secondo giorno quando ho messo i piedi per terra mi sentivo oscillare come se fossi ancora in aereo. Ho fatto tutte le visite possibili con risultato negativo, non so più che fare, ormai sono passati 15 giorni e questa brutta sensazione rimane. Più o meno in quanto tempo passa? Vi prego datemi buone notizie

  60. Questo disturbo mi assilla da due mesi. Sono di Roma, se qualcuno conosce un dottore esperto di questa sindrome (a Roma o altrove) e’ pregato di segnalarmelo.

  61. Sono di nuovo io… sono esattamente 5 mesi e al mio secondo mese di mal di terra ho saputo che ho questa sindrome rara che si chiama MdDS: Mal de Debarquement Syndrome causata da un viaggio di 7 giorni in nave. (la trovate facilmente online ma spesso spiegata in inglese). In italia non si conosce ma sono venuta a conoscenza di studi svolti in America, in Belgio e in Australia in merito a ciò.
    Esiste una cura sperimentale che viene svolta in questi tre luoghi, ma io non sono ancora andata a farla perchè mi rendo conto che col passare del tempo quei sintomi che sembrano così insopportabili diventano parte della quotidianità e continui a sperare che presto o tardi tutto ciò possa passare da solo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *