Archivi tag: Matilde

Apiiiii

Matilde è davvero simpatica, non perde tempo per farmi ogni verso ed ogni faccina le venga in mente.

Ormai sono mesi che sfoglia ed osserva attentamente i suoi libri, per lei i “bibi”!

La zia, se non erro, un giorno le insegnò a riconoscere l’ape in questi “bibi”.

Matilde come fa l’ape? E lei tutta contenta muovendo le manine…zzzzzzzzzzz!

Sabato scorso l’ho portata a fare una passeggiatina sotto casa nel momento in cui era spuntato un po’ di sole e cosa ci salta fuori all’improvviso? Non ci potevo credere e lei meno di me…un’ape!

Da quel momento ha detto solo “apiiiii”, “apiiiii”, “apiiiii”.

Non vedo l’ora che arrivi domattina, se c’è un po’ di sole andremo a vedere ancora le bellissime “apiiiii”!!!

365 risvegli con Matilde

Oggi la mia bella piccoletta compie il suo primo anno! Ve la ricordate solo 365 giorni fa appena nata?

Per la mamma è stata dura, soprattutto durante la notte, ma fino a questo punto devo ammettere che ha tenuto benissimo.

Il babbo quando non ne può più alla fine dorme anche con Matilde che urla a 10 centimetri, mentre la mamma sta in piedi anche solo per sentire che Matilde respiri bene. Solo chi c’è passato può capire.

Matilde è una bambina educata e molto socievole, una bambina che ogni volta che si sveglia ride a tutti quelli che fanno le vocine o le faccine, davvero non ha risparmiato un sorriso a nessuno.

A Matilde piace molto il gioco del “nascondino” e del bubu….sette!

Ora Matilde dice perfettamente “mamma”, ancora “babbo” non le viene, ma “babà” va bene lo stesso, l’acqua è “nannannà”!

Quando glielo chiediamo Matilde indica con la mano quanti anni ha, sa come fanno il leone e il cavallo, sa come fa la tosse di nonno, sa come fa il fattore, sa muovere le manine giunte nel gesto di “mannaggia”, quando le piace quello che sta mangiando ruota l’indice sulla guancia.

Matilde cammina come un piccolo robot, si sposta ormai dove vuole, appena vede le scale o una porta aperta ci si fionda, la curiosità è davvero femmina!

Matilde ha avuto numerosi soprannomi “donati” dal babbo: vermicello, ruzzolino, matildosa, matildoska, matrioska quando era in pancia e poi matty, mati, ciccia, scisciottella, cicciosa, signorina balotelli, signorina cicciottelli, signorina belli belli.

Matilde saluta tutti e vi augura un buon proseguimento di vita!