Fascismo, Comunismo e mecojoni…

Finché in Italia continuiamo a parlare di Fascismo, di Comunismo così come di destra centro e sinistra ho l’impressione che non andremo mai troppo avanti.

Il mondo è radicalmente cambiato, possibile che non ve ne siate resi conto?

Se una volta assistevamo alla sudditanza di un Duce o alla dittatura del Proletariato (oddio, svengo dal ridere), oggi mi sembra che le cose siano un tantinino diverse…no?

Dunque quando vogliamo parlare di storia in un confronto non politico ma storico mettiamo in ballo questi temi ma quando vogliamo parlare di politica moderna per favore evitiamoli, non hanno più senso, sono anacronistici, obsoleti, completamente superati.

Oggi la libertà alla quale dovremmo anelare non è la libertà di pensiero o di parola, oggi la libertà chiave è la libertà dalla schiavitù della finanza che si attua mediante precariato del lavoro, tasse asfissianti, politici corrotti ed asservite, individualismo esasperato, fornitura di modelli del cazzo, annullamento del pensiero critico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *